Carrello

Blog

LE POESIE GUSTOSE DI VALERIO CASCINI

Mangia parole “

ricettario poetico lucano di Valerio Cascini

disegni di Gianni Bergamin

postfazione di Mariano Cirigliano

Altrimedia – Matera -2012

Domenica 9122012 ore 12,30Mangia parole” sarà a tavola a Cascina Caccia, un bene confiscato, oggi simbolo concreto di un cambiamento possibile.

Allora le parole prenderanno il verso, i versi prenderanno posto, e quando i posti saranno occupati le parole si faranno musica e si potrà cominciare .

Ma per bene cominciare bisogna sapere per tempo quanti saremo. Ecco perché con comodo, ma non troppo ( entro il 29112012) è necessario segnalare la vostra presenza ([email protected] – tel. 011 7723680 )

Gradito un contributo di 15 euro a persona interamente devoluto alla Cascina

Cascina Caccia – Via Serra Alta, 6 – San Sebastiano da Po

MENU “Mangia parole”

Maccaruni u ferretto, patane sfraanate

puparuli cruscki e cavulo a nzalata.

L’utima pasturale chi rice ammenne e bbasta

po roppo tutte quante sulu foglie e pasta.

Roie ficaredde mbuttite cu li nuce

e pirtualle a nzalata ca pure sanno ruci,.

Cipuddine a frittata e puru quedde a rosa

e pi sprucciuliià viscotte a otto cu angunata cosa.

A l’utimo po vene na torta i trenda piani

u primo ca sconza li cuso vocca e mane

Maccheroni al ferretto, patate schiacciate

peperoni “cruschi” e cavolo in insalata.

L’ultima pastorale* dicendo amen e basta

poi dopo mangeremo (nella vita) solo foglie e pasta.

Due fichi secchi imbottiti con le noci

e arance in insalata che pure sono dolci.

Cipolline (lambascioni) a frittata e pure a rosa

e per stuzzicheria biscotti a otto e qualche altra cosa.

Infine una torta almeno di trenta piani

chi la tocca cucite avrà bocca e mani.

*Pastorale: tipico modo dei pastori di cucinare ovini o caprini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *