Carrello

Shop

L’enigma di Pitagora e altre storie

Di Filippo Radogna

L’enigma di Pitagora e altre storie

Questa antologia, con prefazione di Donato Altomare e postfazione di Giovanni De Matteo, contiene diciassette racconti visionari. Ciò che narra Filippo Radogna ne “L’Enigma di Pitagora e altre storie” sono mondi sospesi tra passato e futuro, ipertecnologia e mistero. L’ambientazione è tutta lucana e si svolge negli scenari dei millenari Rioni Sassi, l’ altopiano delle Murge e le rive dello Jonio, mare che evoca l’antica mitologia. Una nuova chiave di lettura del nostro territorio molto apprezzata dalla comunità del fandom fantascientifico che ha portato lo scorso anno l’autore materano a vincere il Premio Italia con il racconto fanta-noir “L’enigma di Pitagora”, che dà il titolo alla raccolta.

15,00

Fantastica

Dettagli pubblicazione

  • Titolo : L'enigma di Pitagora e altre storie
  • Sottotitolo :
  • Autore : Filippo Radogna
  • Collana : Fantastica
  • Genere : Fantastico
  • Anno : 2017
  • Pagine : 192
  • Formato : 15x21
  • Allestimento : Brossura fresata con bandelle
  • ISBN : 9788869600395
  • Ebook : 9788869600715

L’Autore

Author

Filippo Radogna (Matera 1964), dopo gli studi intermedi all’ITAS “G. Briganti” di Matera si è laureato in Scienze Politiche all’Università di Bari con una tesi dal titolo "La trasformazione della società contadina. Politica ed economia in Basilicata". Funzionario della Direzione Generale Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione Basilicata, è giornalista professionista. Tra le varie testate ha collaborato con i quotidiani L’Umanità, il Corriere del Giorno, il Roma e con il magazine specializzato L’Informatore Agrario. Già redattore dell’Ufficio stampa della Giunta Regionale di Basilicata, attualmente scrive per il quotidiano La Nuova del Sud e per il mensile on line Agrifoglio. Ha pubblicato saggi di storia e attualità e ha ricevuto diversi riconoscimenti letterari. Con l’antologia di racconti "L’enigma di Pitagora e altre storie" (Altrimedia Edizioni) ha vinto il Premio della critica “E. Vegetti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *